Ultima modifica: 15 Aprile 2021
Istituto Comprensivo Regina Elena > Bullismo e Cyberbullismo

Bullismo e Cyberbullismo

“Si è sempre responsabili di quello che non si è saputo evitare” (Jean-Paul Sartre). 

  • Stop al bullismoReferente d’Istituto per la prevenzione e il contrasto del bullismo e cyberbullismo: docente Veronica Grenati
  • Team Anti bullismo d’Istituto: docenti Veronica Grenati, Valeria De Lorenzo, Caterina Garrì e Salvatore Natoli.
  • Animatore digitale: docente Valeria De Lorenzo

Sportello d’ascolto:

  • Dott.ssa Elisa Piuri (psicologa). Riceve il martedì mattina su appuntamento. Cellulare: 339 103 88 03. Email: elisa.piuri@gmail.com 

Collaborazioni:

  • Esperte Consultorio Fare Famiglia di Bollate (MI)
  • Servizi sociali e tutela minori Comune di Solaro
  • Polizia di Stato
  • Arma dei Carabinieri
  • Aggrega Giovani Comune di Solaro

Documenti:

Sitografia:

Norme giuridiche di riferimento:

Responsabilità genitoriale

Art. 2043 Codice civile: 
Qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno.

Art. 2047 Codice civile:
In caso di danno cagionato da persona incapace di intendere o di volere, il risarcimento è dovuto da chi è tenuto alla sorveglianza dell’incapace, salvo che provi di non aver potuto impedire il fatto.

Art. 2048 Codice civile:
Il padre e la madre, o il tutore sono responsabili del danno cagionato dal fatto illecito dei figli minori non emancipati o delle persone soggette alla tutela, che abitano con essi. La stessa disposizione si applica all’affiliante.

I precettori e coloro che insegnano un mestiere o un’arte sono responsabili del danno cagionato dal fatto illecito dei loro allievi e apprendisti nel tempo in cui sono sotto la loro vigilanza.

Le persone indicate dai commi precedenti sono liberate dalla responsabilità soltanto se provano di non aver potuto impedire il fatto.

Art. 147 Codice civile:
Il matrimonio impone ad ambedue i coniugi l’obbligo di mantenere, istruire, educare e assistere moralmente i figli, nel rispetto delle loro capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni, secondo quanto previsto dall’articolo 315 bis.

Art. 40 Codice penale:
Non impedire un evento, che si ha l’obbligo giuridico di impedire, equivale a cagionarlo.

Responsabilità dei docenti:

Art. 28 Costituzione:
I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si estende allo Stato e agli enti pubblici.

Art. 2043 Codice civile: 
Qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno.

Art. 2047 Codice civile:
In caso di danno cagionato da persona incapace di intendere o di volere, il risarcimento è dovuto da chi è tenuto alla sorveglianza dell’incapace, salvo che provi di non aver potuto impedire il fatto.

Art. 2048 Codice civile:
Il padre e la madre, o il tutore sono responsabili del danno cagionato dal fatto illecito dei figli minori non emancipati o delle persone soggette alla tutela, che abitano con essi. La stessa disposizione si applica all’affiliante.

I precettori e coloro che insegnano un mestiere o un’arte sono responsabili del danno cagionato dal fatto illecito dei loro allievi e apprendisti nel tempo in cui sono sotto la loro vigilanza.

Le persone indicate dai commi precedenti sono liberate dalla responsabilità soltanto se provano di non aver potuto impedire il fatto.

Art. 40 Codice penale:
Non impedire un evento, che si ha l’obbligo giuridico di impedire, equivale a cagionarlo.

 

Responsabilità del dirigente scolastico:

Art. 2043 Codice civile: 
Qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno.

Art. 2051 Codice civile:
Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito.

Art. 40 Codice penale:
Non impedire un evento, che si ha l’obbligo giuridico di impedire, equivale a cagionarlo.